Cronache di vita di un cane buffo

Articoli con tag “superscottie

Ontologia scottica del divenire stazionario

Io mi impegno, mi impegno e mi impegno, ma i bipedi rosa non riesco proprio a capirli.

QB_filosofo

Ormai sono rassegnato al fatto che abbiano per me delle smisurate aspettative: è normale, chi non le avrebbe? Sono una simile meraviglia del creato che a volte mi fermo, mi siedo, e mi contemplo da solo, senza neanche aver bisogno di uno specchio. Sto li, immobile, lo sguardo perso nel vuoto, in estatica contemplazione del mio essere ontologico… e mia madre (povera cara!) scambia codesti comportamenti per stupidità o, peggio ancora, per pigrizia!

(altro…)

Annunci

Come manipolare i bipedi per averne il pieno controllo

Se c’è una cosa che non sopporto di mia madre, è la sua mancanza di attenzione nei miei riguardi. Troppo spesso succede che, durante una delle nostre passeggiate, mentre io vago libero, lei si prenda delle libertà assolutamente impensabili. Più volte l’ho sorpresa intenta a guardare ALTROVE! Addirittura a più riprese, mentre io brucavo come un piccolo yak, mi sono girato di scatto e l’ho trovata non intenta a osservare venerante le mie natiche scultoree, bensì OCCUPATA a perdere tempo con il proprio telefono cellulare! E non sono mancate nemmeno le occasioni in cui, uscendo in compagnia di qualche amico, le hai palesemente preferito la noiosa conversazione con queste persone alla chiara estasi della mia contemplazione!

Stare fermi e fare finta di niente è essenziale.

Stare fermi e fare finta di niente è essenziale.

(altro…)


Del perché io sono in realtà un maialino

La mia mamma, povera cara, è sempre stata convinta di aver adottato un piccolo scottie. Tuttavia nel corso del tempo ha avuto ampie ed evidenti prove che in realtà io sono tutt’altro: un filosofo di stampo nichilista, certo, ma non solo.
La mia razza di appartenenza è chiaramente quella dei maialini nani, e ci sono fatti concreti che lo provano.

Non sembro avere un naso da autentico maialino? No?

Non sembro avere un naso da autentico maialino? No?

1. I miei versi non hanno nulla a che vedere con quelli di un cane. Abbaio raramente (solo quando sono con nonnino, in realtà) e di norma manifesto la mia gioia grufolando. Si, avete capito bene: io grufolo. Faccio buffi grugniti e nel frattempo (spesso) mi strofino anche per terra. Proprio come un porcellino.

Eccomi qui, mentre mi rotolo grufolando felice!

Eccomi qui, mentre mi rotolo grufolando felice!

2. Adoro rotolarmi nel fango: quando vedo qualcosa di sporco e terroso non riesco a trattenermi e cerco in tutti i modi di rotolarmici dentro, di schiena. Mi ribalto e mi struscio con voluttà. Nel frattempo, possibilmente, grugnisco.

Forse non si capisce bene, ma vi spiego: mi sto strofinando nella neve, culo all'aria. Ecco.

Forse non si capisce bene, ma vi spiego: mi sto strofinando nella neve, culo all’aria. Ecco.

3. Sono indicibilmente sporco, in maniera assolutamente non proporzionata alla mia dimensione o alla mia razza: assorbo detriti, terra e fango e li rilascio ovunque in giro per la casa di mamma. I tappeti dove dormo assumono in fretta un colore diverso dall’originale, i cuscini dove faccio la tana sono sabbionaie.

In questo caso sono sporco di neve... ma non sempre si tratta di materie tanto innocenti...

In questo caso sono sporco di neve… ma non sempre si tratta di materie tanto innocenti…

4. Mangio in maniera smodata: lo zio Pepe mangia meno di me, fa un sacco di attività fisica… e ingrassa. Io invece grufolo felice nel cibo e non mi muovo mai salvo casi di ESTREMA necessità, ma rimango statuario e anzi, secondo nonnino, anche leggermente deperito

5. Adoro giocare con le ghiande: fin da piccolo sono state uno dei miei passatempi preferiti. Mi piace inseguirle in giro per casa, mandarle sotto i mobili dove poi mamma le deve recuperare e rosicchiarle.

6. Ho le zanne, proprio come i maialini: perché quei due enormi dentoni che mi sporgono dalla bocca non possono essere definiti semplici “canini”.

Notare il particolare delle zanne....

Notare il particolare delle zanne….

7. Il mio non è “pelo”: è troppo duro, troppo irto. Le mie sono setole. Da piccolo la mamma, povera cara, mi chiamava sempre “cinghialino giocattolo” perché allora la mia prepotente virilità non era ancora emersa in tutto il suo maschio vigore. (In effetti lo fa ancora, ma cosa volete… ci vuole una gran pazienza con lei: me lo ha insegnato nonnino!)

Insomma, appare evidente che non sono molto più di un semplice cane: sono il primo esempio di una nuova razza destinata a assurgere ai massimi onori estetici e cerebrali! Sono un super-scottie e nei miei poderosi lombi si fondono le caratteristiche di ferma e serena apertura mentale, tipiche dei terrier, con la maschia potenza dei maialini.


I miei tranquilli week-end da SuperScottie.

Avrete notato che questo blog è stato più o meno in stand by per alcuni mesi. Questo in parte per colpa di mia madre, che si finge impegnata in altre occupazioni (ancora meno utili e altrettanto mal remunerate di questo blog), e in parte per colpa (di nuovo!) di mia madre, che anche quando non è impegnata (cioè sempre), non fa comunque nulla per portare avanti i miei progetti personali.

il mio blog langue, ma anche io non è che sia famoso per la mia voglia di fare

Per un figlio timorato come me è sempre molto triste criticare i propri genitori. Io mi metto nei panni della mamma: non è facile, per una madre single, crescere un bambino prodigio come me (tra l’altro proprio su questo tema hanno fatto un film con Jodie Foster). Però la sua completa mancanza di stimoli è qualcosa che non posso fare a meno di commentare: sono ben poche le cose a cui si dedica con un brandello di costanza. E il mio blog decisamente non è tra queste (ma a proposito, qualcuno a capito cosa sono queste occupazioni? Qualcuno è in grado di spiegarmi cosa fa tutto il giorno davanti a quella scatola di alluminio argento?!). Posso solo dire, a sua parziale discolpa, che ora ho anche un grazioso blogghino fotografico su tumblr, altrettanto male aggiornato, ma di cui vi passo il link affinché lo salviate tra i vostri più cari tesori telematici.
(altro…)