Cronache di vita di un cane buffo

Articoli con tag “passeggiata

L’inferno dello shopping…

Tra i molti, insani passatempi in cui lascio che mia madre, povera cara, indulga, il peggiore è senza dubbio lo shopping, che fa molto male ad entrambi. A lei fa male perché di base non ha soldi da spendere ed il fatto che li spenda comunque ci porta entrambi in una continua e perenne situazione di indigenza… e a me fa male perché sono un filosofo nichilista MASCHIO e quindi non solo detesto queste forme epicuree di piacere, ma le trovo anche infinitamente barbose.

 

Eccomi a fare shopping con nonnina… che almeno frequenta negozi di classe!

(altro…)


Torture scozzesi per bracchetti: lo shopping con mamma!

Che mia madre avesse delle idee parecchio diverse dalle mie, su tutti i campi, lo avevo già intuito da tempo. Ma in materia di “passeggiate” eravamo destinati ad un inevitabile e tragico conflitto. Perchè purtroppo per lei “Passeggiare” non è un’attività pensabile in sè e per se: deve essere inevitabilmente contornata da un corollario di attività quali: guardare le vetrine, sostare nei negozi, entrare nei camerini, portare in giro carrelli, e insomma, per sintetizzare… spendere soldi. Secondo la mamma è valide il seguente teorema: “passeggiare”=“SHOOOPPING!!!”

Mia madre, che gira felice, con me infilato nel carrello. Notare la sua espressione radiosa…

Personalmente sono del tutto contrario al suo approccio così materialista, così frivolo e così grettamente consumistico… ma cosa ci posso fare? Lei è inguaribile. Per lei si tratta di una vera e propria malattia: spendere soldi è l’unica cosa che la gratifica. A parte me, ovviamente. Da quando sono con lei, posso dire con un certo orgoglio di aver esercitato un influsso decisamente positivo sulle sue finanze: avendo praticamente smesso di lavorare per accudirmi, ha anche smesso di spendere soldi, che non ha più.
(altro…)


La mia idea di passeggio.

Noi bracchetti scozzesi siamo, per nostra intrinseca natura, economi. L’idea stessa di risparmio pare eludere mia madre: non fa che agitarsi in giro per negozi e accatastare mercanzie di ogni tipo… soprattutto stivali costosi che poi mi impedisce di rosicchiare (e cosa li prende a fare allora?, non capisco…)
Personalmente invece sono molto attento ai miei consumi: cerco di bruciare meno calorie possibile, evitando di disperdere energie in azioni superflue quali correre là ove possibile camminare, camminare quando non strettamente necessario o anche semplicemente stare in piedi se posso stare seduto. Passo la maggior parte del mio tempo seduto, una posizione che mi permette di riflettere con calma sul da farsi e mi evita gesti inconsulti e avventati. La madre isterica mi fa indossare quel pretenzioso collare solo per potermi strattonare meglio quando mi siedo.

Che fatica tener su la testa. Fortuna che ho trovato un appoggio.

(altro…)