Cronache di vita di un cane buffo

Quando la mamma è in vacanza

Per fortuna le mie pene non sono eterne: a volte anche mia madre mi dà un minimo di sollevo, e mi fa la grazia di togliersi dai piedi. Attendo sempre con ansia questi brevi periodi di libertà dal suo gioco, che di norma trascorro nella casa dei nonni, tra l’affetto dei miei zii pelosi.

Eppure questa volta c’è stato un piccolo imprevisto.
Mamma doveva assentarsi per 6 giorni, andando con i nonni negli Stati uniti. Si era deciso che io rimanessi a casa con Gaucho e Pepe, come sempre succede.
Ma il destino ha deciso di cambiare rotta.

4be5fdfd92105efc11d5e230f789a4c6

Vi racconti i fatti nudi e crudi.
La sera prima della partenza eravamo tutti dai nonni, sereni e rilassati. Poi, di colpo, è scoppiata la violenza: lo zio Gaucho (che è mio zio, ma è più piccolo di me, perchè siamo una famiglia un po’ strana) si avventa su di me.
La dinamica dell’incidente non è chiara. I maligni dicono che molto abbia a che vedere con il mio cattivo carattere, ma ovviamente rifiuto queste squallide illazioni. Altri dicono sia stata solo un’incomprensione.
Quel che so io è che ero felice e sereno che mi rotolavo come un maialino sul marmo della cucina, grufolando senza un problema al mondo a pancia in su, quando di colpo mi sono trovato assalito. La mamma non c’era: ovviamente lei non c’è MAI quando potrebbe rendersi utile, ma per fortuna sono intervenuti subito la zia Misa e lo zio Bobo che mi hanno salvato.
Poi mamma è arrivata, mi ha medicato e consolato (perchè non nego di essermi parecchio spaventato!) mentre lo zio Bobo inseguiva Gaucho che pisciava tutta la casa in preda al terrore.

Il danno in realtà era minimo, ma la paura era tanta. L’ansia per i giorni che avrei dovuto passare a casa con Gaucho, in balia di altre possibili sevizie, ha fatto prendere alla mamma una decisione improvvisa.

Mi ha caricato in macchina e, accompagnata dallo zio Bobo è tornata a Milano. Nel frattempo ha chiamato quel mascalzone indolente del mio veterinario (noto ai più come Uomo Cattivo), per valutare meglio il danno effettivo. E ha allertato i miei forse-futuri-suoceri, chiedendo loro se era possibile si occupassero di me per qualche giorno.

Va da se che loro non vedevano l’ora, e del resto chi non farebbe i salti di gioia al pensiero di qualche giorno in mia compagnia!?

Sono state giornate meravigliose, in compagnia di Gwendolyn. Peccato solo ci fosse sempre l’Alberto a fare da terzo incomodo, ma ormai siamo rassegnati all’invadente presenza dei bipedi nelle nostre vite, e facciamo del nostro meglio per ignorarli costantemente, soprattutto quando urlano cose insensate senza ragione specifica.

8cf2f56b6a8d9d635aa5f308ee4ece42

Però almeno l’Alberto ci porta in giro, con i nostri collari identici e la nostra identica andatura. Lo fa solo per vantarsi e mietere il successo della nostra prodigiosa bellezza: tra femmine imploranti e famiglie in visibilio, lui si fa bello con il nostro fascino e ci ostenta come due trofei. Bah, io lascio fare, almeno finché non mi importunano.

Non avevo nemmeno iniziato a godermi la mia vacanza, che la guasta feste è tornata a reclamarmi: si è palesata un mattino ai giardinetti e mi ha fatto così tante feste che alla fine mi sono sentito in dovere di ricambiare anche io, per gratitudine. Poi è tenera, quell’umana, così devota alla mia persona, così goffamente rosata…

L’unica cosa che ora mi spaventa un po’ è lo zio Gaucho. Magari non voleva aggredirmi, forse è solo il suo modo di essere goffamente cucciolo, ma la sua reazione mi ha lasciato sconvolto e non riesco più a sentirmi a mio agio con lui. Spero che col tempo la situazione possa tornare quella di prima… nel frattempo cercherò di ringhiare il più possibile in modo da fargli capire chi è che comanda sul serio.
Perché bisogna educarli finché son cuccioli.

Annunci

8 Risposte

  1. Dunque, non per difendere lo zio Gahcho, a tempo perso mio figlio, ma va considerato che lo Scottie deve avergliene dette di tutti i colori per farlo regire coisì malamente! Va poi precisato che lui di mestier fa il Briard,e NON E PIU PICCOLO, visto che coi suoi 36 Kg pesa esattamente 3,5 volte lo Scottie ! Per questo piccolo problema di incomprensione il povero QB non può più andare a lavorare col suo nonnino. e questo è profondamente ingiusto. Papili.

    24/02/2013 alle 5:57 pm

    • Sono assolutamente d’accordo con te, ora dobbiamo solo spiegare tutto questo allo Scottie.

      25/02/2013 alle 7:54 am

    • Ricapitoliamo: FB è il papà di Gaucho che è zio di QB che è nipote di FB che è papà di Ebe che è mamma di QB che è sorella di Gaucho ma, forse, è la zia…

      Troppo complicato! Dovete rivedere l’albero genealogico.

      25/02/2013 alle 9:49 am

      • Misa

        Ora ci aspettiamo la publicazione dell’albero genealogico infatti!

        25/02/2013 alle 10:04 am

  2. Dalla foto, senza poter guardare sotto la coda, come si fa a capire qual è QB e qual è Gwendolyn?

    25/02/2013 alle 8:27 am

    • Premesso che a uno scottie non si guarda sotto la coda, perchè la coda è SEMPRE alzata, ma al massimo si guarda sotto la pancia, e lo si fa a proprio rischio e pericolo perchè siamo cani dignitosissimi che non tollerano una simile invadenza da parte dei bipedi…

      … Gwendolyn di solito è un po’ più incolta di me, è poco più piccola (soprattutto la sua testa è più piccola) e un po’ più larga di fianchi.

      Detto questo nemmeno i nostri bipedi ci riescono a distinguere.

      Nella foto pubblicata io sono di profilo in primo piano, Gwendolyn è dietro.

      25/02/2013 alle 8:33 am

      • L’avevo immaginato, infatti sei il più bello.

        25/02/2013 alle 8:43 am

  3. Pingback: L’ospitalità (scozzese) è sacra! | Memorie di uno scottie incompreso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...